Osteopatia in gravidanza

La gravidanza è un momento molto importante nella vita di una donna fatto di grandi cambiamenti.

A livello strutturale è importante permettere una adattamento armonioso al corpo durante tutto l'arco dei nove mesi di crescita del futuro nascituro per evitare dolori e tensioni e affrontare al meglio il parto e anche il periodo post-parto.

Perché ricorrere all'osteopatia in gravidanza?

Durante la gravidanza si hanno importanti cambiamenti posturali (il bambino che cresce nel grembo e l’aumento di volume del seno creano uno spostamento del centro di gravità e l'accentuazione delle curve della colonna vertebrale) che spesso si accompagnano a vari sintomi e dolori. L’osteopatia previene dolori e contratture, diminuisce le tensioni che possono andare ad infastidire la discesa del bambino lungo il canale uterino, facilitando la funzionalità respiratoria, migliorando eventuali problemi circolatori e di stasi, eliminando blocchi muscolo scheletrici e liberando da stress e da tensioni emotive. Un lavoro specifico sul piccolo bacino e sul diaframma faciliterà il parto.

Possibili motivi di consultazione in gravidanza

Nausea, cefalea, cervicalgia, lombalgia, sciatalgia, dolori al coccige, tensioni viscerali da compressione (gastralgie), stitichezza, cistite, stanchezza, contrazioni e spasmi uterini.

Il parto

Il trattamento osteopatico durante una parte o l'intera gestazione serve anche a facilitare il parto poiché legamenti o muscoli del bacino troppo contratti possono rendere difficoltoso il passaggio del bébé.

Il post parto

Dopo il parto soprattutto in presenza di dolori al bacino, lombalgie o pubalgie è consigliabile un trattamento al fine di accelerare il riposizionamento delle ossa del bacino e il ritorno dei tessuti alla normalità. Per evitare prolassi uterini e vescicali insegno alle neo mamme esercizi per il rafforzamento del pavimento pelvico (metodo Bernadette De Gasquet).